venerdì 1 luglio 2011

Canale del Vuar


Canale del Vuar

Esplorazione "mistica" nel Parco Regionale delle Dolomiti Friulane

Partiamo a piedi dalla diga del Lago del Ciul, siamo nel Parco Regionale delle Dolomiti Friulane, 
dobbiamo circum-camminare buona parte del Lago per risalire il Canal Piccolo di Meduna

I sentieri ci sono, qui sopra una bella passerella che accorcia il giro del lago, 
però qui praticamente nessuno fa escursioni o alpinismo. Qualcuno 
di noi comincia a guardarsi le gambe, un gesto che durante 
la giornata diventerà molto comune a causa della massiccia presenza di zecche.

Qui uno dei pochi tratti senza erba-zecca, siamo in
 5 compagni di avventura: Luca,  Marco, Davide, Pascal e Filippo.

Zekk control....

Durante l’avvicinamento apriamo anche una nuova via alpinistica in quanto il sentiero è si segnato sulla mappa, ma nel posto sbagliato !!!! Dopo qualche ora di marcia una bella rinfrescata ci rinvigorisce giusto per partire con la discesa.


Il Canale del Vuar è una valle laterale affluente del Canal Piccolo di Meduna, sicuramente sono luoghi un tempo frequentati da pastori e boscaioli ma oggi del tutto abbandonati, per fortuna i sentieri sono ancora riconoscibili, quasi tutti....  Partiamo dal Rio del Clapon. Si inizia subito con un bel toboga in libera, dopo il test di Marco.


Acque limpide, pozze profonde, tuffi a gogo, tutto da scoprire in un gioco fantastico, Luca apprezza, come tutti noi.


Marco ci dimostra un bel salto matrix di sua invenzione...

Bè qui niente tuffo anche se sembrava così bello, si può passare a sinistra e visitare l’affluente, 
il Rio Passo, che scende da una stretta fenditura in una bella cascata, foto sotto.


Ripartiamo nel corso principale

Ancora una bella cascata.

Davide sembra divertirsi

Filippo si cimenta da ultimo, bè per lo stile sarà x la prossima occasione...

Qui l’unica calatina che abbiamo lasciato attrezzata con un cordino.

Si continua sempre in un bell’ambiente molto vario, pure Marco si diverte...

Il canyon complessivamente sarà un poco breve in proporzione alle ore di marcia necessarie per raggiungerlo. 

Tuffo ? Lasciamo ad altri la risposta, per oggi abbiamo faticato abbastanza.

Nessun commento:

Posta un commento